LA SCOPPOLA

Occorrente:carte napoletane 
Bevanda (birra o vino)
Tavolo (molto resistente)

Le carte fondamentali sono il (dieci), il fante (nove) e la donna (otto). Il Cartaio fa dapprima chiamare il Palo (segno della carta) e poi fa dividere il mazzo dal giocatore alla sua sinistra, vengono date le stesse quantità di carte ad ogni giocatore, i quali devono far vedere il dieci ed il nove del palo chiamato, mentre l’otto lo si tiene nascosto. Il dieci che è il "padrone", decide se provare la bevanda o passarla ad altri, ma in questo caso subentra il nove che è il “sotta”, quest’ ultimo può decidere sia di bere o continuare a passarla, al momento dell’ipotetica bevuta è al giocatore che ha "l’otto" che spetta la decisione, può far bere continuando a tenerlo nascosto o sbattere violentemente la mano sul tavolo (LA SCOPPOLA) e prendersi così la desiderata bevanda, ma in questo modo crea Urmo (torto) a colui che è stato fermato nel bere.